domenica 31 gennaio 2010

FotoCronaca : Lerwick arrivano i Vichinghi




A Lerwick, sulle britanniche isole Shetland si tiene ogni anno, nell’ultimo martedì di gennaio, l’Up Helly Aa, un festival del fuoco che celebra l’arrivo dei vichinghi nelle Shetland di oltre 1000 anni fa.

Le numerose iniziative che tradizionalmente si svolgono in questa giornata culminano in una processione di torce e nel rogo di una galera.







Fonte: Panorama

sabato 30 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Sabato 30 Gennaio 2010



Philip David Charles Collins (Chiswick, 30 gennaio 1951) è un batterista, cantante e compositore britannico, noto sia come solista sia come componente dello storico gruppo dei Genesis.

Nel 1970 risponde ad un annuncio su Melody Maker ed ottiene la possibilità di un'audizione per entrare a far parte dei Genesis, che avevano già cambiato tre batteristi nel giro di due album. Recatosi presto sul luogo, riesce ad ascoltare i pezzi da suonare (facenti parte di Trespass) prima del suo turno. La sua abilità sullo strumento ed i suoi trascorsi teatrali fanno di lui il "drummer" ideale per la band. Collins vince l'audizione e sarà quasi esclusivamente batterista del gruppo a partire da Nursery Cryme. Collins lascia i Genesis nel 1996 per dedicarsi alla carriera da solista. L'ultimo album in studio con i Genesis è We Can't Dance (1991). Lui e Gabriel si riuniscono agli altri membri dei Genesis nel 1999 per registrare "The Carpet Crawlers", contenuta nella raccolta Turn It On Again: The Hits. Dopo il 2000 si diffondono voci che vorrebbero la reunion dei Genesis, con Collins batterista e Gabriel cantante, ma nel 2007 il gruppo torna insieme nella formazione Collins/Banks/Rutherford per un ultimo trionfale tour. Come solista crea un proprio stile che lo porta ad affermarsi in tutte le più importanti graduatorie di vendite e gradimento a livello mondiale. Nel 1981 esce Face value, scaturito da una profonda crisi seguita alla rottura del matrimonio. Preceduto da un singolo di rara originalità come In the air tonight, l'album scala le classifiche internazionali, poi viene pubblicato Hello, I must be going!, e il successo si ripete. Nel 1984 compone Against All Odds (Take a Look at Me Now), canzone che dà il titolo alla colonna sonora del film Due vite in gioco (Against All Odds) e vince il primo Grammy. Nel 1985 esce No jacket required (da cui sono tratte Sussudio e One more night); fra gli ospiti speciali figurano anche Peter Gabriel e Sting. L'attività solista di Phil Collins vanta collaborazioni con artisti di fama mondiale tra i quali: Quincy Jones, Eric Clapton, David Crosby, Tina Turner, Phil Bailey, Robert Plant, Chaka Khan, Howard Jones, Pete Townshend. L'album Dance Into The Light del 1996 contiene il brano Lorenzo, il cui protagonista è Lorenzo Odone (1978-2008), la cui storia fu anche raccontata nel film L'olio di Lorenzo del 1992. Collins ha messo in musica il testo della canzone, composto dalla madre del ragazzo sulla base delle sensazioni a lei trasmesse dal figlio stesso.



venerdì 29 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Venerdì 29 Gennaio 2010



Dalila Di Lazzaro (Udine, 29 gennaio 1953) è una modella e attrice italiana.

Dalila Di Lazzaro comincia la propria carriera nel mondo dello spettacolo, come indossatrice e modella per diversi stilisti. Nel 1972 debutta al cinema nello spaghetti western Si può fare... amigo di Maurizio Lucidi con lo pseudonimo di Dalila Di Lamar. Seguono numerose pellicole in ruoli minori, fino al 1974 quando recita in Il mostro è in tavola... barone Frankenstein di Paul Morrissey, avendola fortemente voluta il produttore Andy Warhol. Dopo essere stata definitivamente lanciata da Alberto Lattuada in Oh, Serafina! (1976), grazie alla sua bellezza altera, la Di Lazzaro verrà scelta principalmente per il ruolo della femme fatale. Dal 1991, in seguito alla morte del figlio Christian di 22 anni in un incidente stradale, la Di Lazzaro si allontana dalle scene. Negli anni successivi l'attrice sarà vittima di dolore fisico cronico, dovuto ad un colpo alla testa, che la costringerà a rimanere immobile per lungo tempo. Soltanto negli ultimi anni Dalila Di Lazzaro ha cominciato a riapparire in televisione, trovando anche una nuova via di comunicazione con il pubblico attraverso la scrittura: nel 2006 ha pubblicato il suo primo libro Il mio cielo, cui è seguito nel 2008 L'angelo della mia vita, dedicato al figlio, e nell'ottobre 2009 Toccami il cuore, tutti editi da Piemme.




giovedì 28 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Giovedì 28 Gennaio 2010




Fausto Papetti (Viggiù, 28 gennaio 1923 – Sanremo, 15 giugno 1999) è stato un sassofonista italiano.

Il 45 giri di "Estate violenta" esce nel 1959 con la denominazione di Fausto Papetti Sax e Ritmi, ed ha un tale successo di vendita da superare quello della colonna sonora originale del film, e da convincere la Durium a fargli incidere, nello stesso anno, il suo primo album, intitolato semplicemente "Raccolta". Si tratta di una raccolta di celebri canzoni del periodo (ad esempio il tema musicale del film La dolce vita scritto da Nino Rota o quello di Scandalo al sole, non tralasciando però il suo primo amore, il jazz, con Cheek to Cheek), arrangiate in versione strumentale. Papetti divenne molto noto per tutti gli anni '60 e '70, ed ogni suo nuovo album raggiunge i vertici delle classifiche di vendita; è inoltre stampato in tutto il mercato latinoamericano. Nel periodo di maggior fulgore, gli anni '70, Papetti sforna anche due raccolte all'anno; quella più venduta risulta essere la 20a, che arrivò fino al primo posto, nel 1975. Questi dischi si caratterizzavano anche per le copertine in cui comparivano, specialmente negli anni '70, ragazze discinte in pose ammiccanti; diventa quindi un vero e proprio capostipite di un genere, e negli anni '70 molti sono i suoi imitatori, come Johnny Sax o Piergiorgio Farina. Nel 1985, dopo ben 25 anni, ha abbandonato la Durium per passare alla CBS, dal 1988 poi acquisita dalla Sony Music; dal 1989 incide per la Fonit Cetra.



mercoledì 27 gennaio 2010

Good Night..People!!! Per chi ha dimenticato - anno 2010-




"... Io penso che rimane sempre qualche cosa di bello, la natura lo splendore del sole, la libertà, noi stessi; è un possesso che non si perde. Contempla queste cose e ritroverai te stesso e Dio, e riacquisterai il tuo equilibrio. Chi è felice farà felici anche gli altri, chi ha coraggio e fiducia non sarà mai sopraffatto dalla sventura! ... ... ecco che cos'è difficile in quest'epoca: gli ideali, i sogni e le belle aspettative non fanno neppure in tempo a nascere che già vengono colpiti e completamente devastati dalla realtà più crudele. è molto strano che io non abbia abbandonato tutti i miei sogni perché sembrano assurdi e irrealizzabili. Invece me li tengo stretti, nonostante tutto, perché credo tuttora all'intima bontà dell'uomo. Mi è proprio impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione. Vedo che il mondo lentamente si trasforma in un deserto, sento sempre più forte il rombo che si avvicina, che ucciderà anche noi, sono partecipe del dolore di milioni di persone, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si tornerà a volgersi al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che nel mondo torneranno tranquillità e pace. Nel frattempo devo conservare alti i miei ideali, che forse nei tempi a venire si potranno ancora realizzare! ... "

(15 luglio 1944 - Dal Diario di Anna Frank)




Per chi ha dimenticato - anno 2009

Good Morning...World!!! Mercoledì 27 Gennaio 2010





Wolfgang Amadeus Mozart, nome di battesimo Joannes Chrysostomus Wolfgangus Theophilus Mozart (Salisburgo, 27 gennaio 1756 – Vienna, 5 dicembre 1791), è stato un compositore e pianistaaustriaco, a cui è universalmente riconosciuta la creazione di opere musicali di straordinario valore artistico.



Mozart è annoverato tra i geni della musica. Dotato di raro talento, manifestatosi precocemente, morì a trentacinque anni di età lasciando pagine indimenticabili di musica classica di ogni genere: musica sinfonica, sacra, da camera e operistica. La musica di Mozart è considerata la "musica classica" per eccellenza; infatti Mozart è il principale esponente del "Classicismo" settecentesco, i cui canoni principali erano l'armonia, l'eleganza, la calma imperturbabile e l'olimpica serenità. E Mozart raggiunge nella sua musica divina vertici di perfezione adamantina, celestiale e ineguagliabile, tanto cheNietzsche lo considererà il simbolo dello "Spirito Apollineo della Musica", in contrapposizione aWagner, che Nietzsche definirà l'emblema dello "Spirito Dionisiaco della Musica". Di Mozart dirà il premio Nobel per la letteratura Romain Rolland: «Nella tempesta di passioni che, dopo la Rivoluzione, ha investito tutte le arti e sconvolto la musica, è dolce rifugiarsi talvolta nella sua serenità come sulla cima di un Olimpo dalle linee armoniose e contemplare lontani, nella pianura, i combattimenti degli eroi e degli Dei di Beethoven e di Wagner e il mondo come un vasto mare dai flutti frementi». Mozart morì cinquanta minuti dopo la mezzanotte del 5 dicembre 1791. Le esequie furono celebrate il 6 dicembre, alle tre del pomeriggio. Il feretro fu portato al Duomo di Santo Stefano, davanti alla Cappella del Crocifisso, nei pressi del cosiddetto "pulpito di Capistran", dove per i funerali più modesti la benedizione avveniva all'aperto. Il corpo venne poi sepolto in una fossa comune del cimitero di San Marco. L'immagine che vuole Mozart morto povero e dimenticato da tutti non corrisponde pienamente al vero. La sepoltura in una fossa comune era consona allo status sociale di Mozart e non fu dettata da motivi economici. Mozart, d'altronde, pur non godendo di un successo strepitoso negli ultimi suoi anni di vita, era pur sempre imperial-regio compositore di corte con un modesto stipendio di 800 fiorini l'anno. Anche l'effettiva causa del decesso di Mozart è materia di congettura. Il suo certificato di morte riporta hitziges Frieselfieber (“febbre miliare acuta”, che allora era considerata contagiosa, o “esantema febbrile”), una definizione insufficiente a identificare la corrispettiva diagnosi nella medicina odierna. Sono state avanzate diverse ipotesi, dalla trichinosi all'avvelenamento da mercurio, alla febbre reumatica o, più recentemente, la sifilide. La pratica terapeutica del salasso, all'epoca diffusa, è menzionata come concausa della morte.



martedì 26 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Martedì 26 Gennaio 2010





Paul Leonard Newman (Shaker Heights, 26 gennaio 1925 – Westport, 26 settembre 2008) è stato un attore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Il 1954 segnò il suo esordio cinematografico ne Il calice d'argento, ma la sua interpretazione non raccolse grandi lodi. Il The New Yorker, ad esempio, scrisse di lui: "recita la sua parte con il fervore emotivo di un autista di autobus che annuncia le fermate locali". Due anni più tardi fu meglio accolta la sua interpretazione del pugile Rocky Graziano in Lassù qualcuno mi ama, che lo impose all'attenzione di critica e pubblico.Tra la fine degli anni cinquanta e la metà degli anni settanta fu protagonista di alcuni fra i più grandi successi della storia di Hollywood (La gatta sul tetto che scotta, Lo spaccone, Hud il selvaggio, Intrigo a Stoccolma, Il sipario strappato, Nick mano fredda, Butch Cassidy, La stangata,L'inferno di cristallo), diventandone una delle stelle più famose di sempre, al punto da essere spesso definito una "leggenda del cinema".Gli fu assegnato l'Oscar alla carriera nel 1986 e, nel 1987, vinse quello al miglior attore protagonista per Il colore dei soldi, sequel delloSpaccone. Non ritirò personalmente il premio, avendo deciso di non presenziare la cerimonia, tante erano state le volte in cui era stato candidato e mai premiato. Nel 1994 ha ricevuto il premio umanitario Jean Hersholt, un particolare premio Oscar attribuito per eccezionali contributi a cause umanitarie.Il 25 maggio 2007 l'attore ha dichiarato in un'intervista alla rete televisiva ABC la sua decisione di ritirarsi dalle scene, considerandosi troppo vecchio per continuare a recitare.In Italia, l' attore è venuto solo nel 1988, per partecipare a due programmi di Canale 5 a Il pranzo è servito con Corrado e al Raffaella Carrà Show con Raffaella Carrà, e nel 2006 per inaugurare la sezione italiana della fondazione "Dynamo Camp" a Limestre, in provincia di Pistoia. 





Altro su Paul Newman : Una partita da ricordare

lunedì 25 gennaio 2010

Good Night...People!!! Kissing you......






La regina delle password è la sequenza più semplice.




Un recente studio dell'Imperva Application Defense Center (ADC), società californiana impegnata nella protezione dei dati, ha dato come risultato quali sono le password che maggiormente gli utenti usano.

L'analisi dell'ADC è partita da un preciso episodio nelle cronache della sicurezza informatica. Alla fine dello scorso anno, un misterioso cracker aveva sfruttato una vulnerabilità all'interno del database del sito di social networking Rockyou.com, potendo avere accesso ai 32 milioni di password registrate.

Il cracker aveva pubblicato la lista delle password su web. All'ADC è venuta quindi la curiosità di andare a spulciare nel listone, facendo delle scoperte davvero interessanti.

Ad esempio che circa il 30 per cento degli utenti del sito avessero fatto uso di meno di cinque caratteri, o che circa il 50 per cento avesse optato per nomi comuni, parole da dizionario o cifre consecutive.

Come la serie di cifre 123456. Sarebbe questa, infatti, la regina delle password, almeno stando a svariati milioni di utenti statunitensi. La seconda più utilizzata sarebbe 12345 e la terza 123456789.

ADC ha suggerito invece di seguire quelli che sono gli attuali standard della NASA, che prevedono l'uso di password di almeno sette caratteri, possibilmente un cocktail di lettere maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali come !, & e $. Assolutamente sconsigliato usare i nomi propri.

Restando in tema di parole chiave, alla fine dello scorso dicembre, Twitter aveva pubblicato una lista di 370 password che sarebbero state bandite dagli accessi dei propri utenti. Al bando la password password, quella internet e molti nomi propri.

Per generare e gestire password potete fare riferimento a questo articolo

Good Morning...World!!! Lunedì 25 Gennaio 2010


« La libertà non è star sopra un albero, / non è neanche il volo di un moscone... / la libertà non è uno spazio libero,/ libertà... è partecipazione. »
(Giorgio Gaber, La libertà, 1972)


Giorgio Gaber al secolo Giorgio Gaberscik (Milano, 25 gennaio 1939 – Montemagno di Camaiore, 1º gennaio 2003) è stato un cantautore, attore e commediografo italiano.

In realtà, qualsiasi definizione risulta inadeguata a un personaggio così eclettico, affettuosamente chiamato "il Signor G" dai suoi estimatori. È stato anche un chitarrista di vaglia, tra i primi interpreti del rock and roll in italiano (tra il 1958 e il 1960). Molto apprezzate sono state anche le sue performance come autore ed attore teatrale; è stato iniziatore, assieme a Sandro Luporini, del 'genere' del teatro-canzone. A Giorgio Gaber è dedicato il rinnovato auditorium sotterraneo del Grattacielo Pirelli, a Milano. Inizia a suonare in seguito a un infortunio al braccio sinistro (con rischio paralisi) che impone un'attività costante ai fini della rieducazione motoria: considerato che lo stato generale di salute del ragazzo non era tra i migliori e che il fratello maggiore Marcello suona la chitarra, si pensa di avviarlo allo stesso strumento. La sua carriera artistica inizia come chitarrista nel gruppo Ghigo e gli arrabbiati, band che nasce all'Hot Club di Milano; l'esordio del gruppo arriva al festival jazz di Milano nel 1954. Dopo due anni di serate entra nei Rock Boys, il gruppo di Adriano Celentano, in cui al pianoforte suona Enzo Jannacci. Partecipa a quattro edizioni di Sanremo: nel 1961 con il brano "Benzina e cerini" (scritto tra gli altri da Enzo Jannacci), nel 1964 presenta Così felice; nel 1966 con uno dei suoi successi più grandi,Mai, mai, mai (Valentina), e infine nel 1967 con ...E allora dai!; questi ultimi due brani sono incisi per la Ri-Fi, etichetta a cui è passato dopo aver abbandonato la Ricordi e per cui pubblica nel 1965 un album insieme a Mina (con cui nel 1969 effettuerà anche un tour), Mina & Gaber: un'ora con loro. Nel 1970, al Piccolo teatro di Milano, si presenta con la prima felice edizione de "Il Signor G", un recital che avrebbe portato in molte piazze italiane nelle numerose ripetute edizioni. Questo è il momento di svolta nella sua carriera: Gaber rinuncia all'enorme successo televisivo e porta la "canzone a teatro" (creando il genere del teatro canzone); passato alla Carosello, pubblica da questo momento in poi dischi con le registrazioni degli spettacoli teatrali alternati spesso con album registrati in studio. In teatro, Gaber si sente più libero: i testi (quasi interamente scritti con il suo amico pittore Sandro Luporini, cui la sua opera deve molto) si caratterizzano per l'intelligenza dello sviluppo di molte tematiche sociali e politiche, spesso controcorrente; Gaber si fa più aggressivo e arrabbiato e, in nome di un personalissimo spessore artistico, si scaglia contro le ipocrisie della destra e della sinistra italiana. Inizia la lavorazione del nuovo disco, Io non mi sento italiano, che però viene pubblicato postumo: da tempo malato di cancro, si spegne nel giorno di Capodanno del 2003 nella sua casa di campagna a Montemagno, località in provincia di Lucca. Il corpo riposa nel Famedio del Cimitero Monumentale di Milano, come voluto dalla moglie Ombretta Colli. Acuto osservatore del costume, autore mai banale e sempre originale, con una visione particolarmente orientata verso temi sociali, Gaber è stato capace di combinare l'ironia con la melodia: ha sempre subito reiterati (ma vani) tentativi di etichettatura politica, ma lo sguardo di Gaber sulla società, sul costume e sulla politica, ha sempre mostrato un profondo spirito critico, capace di colpire amaramente ogni ideologia.






Non insegnate ai bambini di Giorgio Gaber clicca qui

domenica 24 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Domenica 24 Gennaio 2010




John Adam Belushi (Chicago, 24 gennaio 1949 – Los Angeles, 5 marzo 1982) è stato un attore e comico statunitense di origine albanese, fratello maggiore di Jim Belushi.

Considerato all'epoca del suo debutto al Saturday Night Live come uno dei maggiori talenti comici statunitensi, è rimasto celebre soprattutto per i due film (ne girò in totale solamente sette prima della prematura scomparsa) diretti da John Landis, Animal House (1978) e soprattutto The Blues Brothers (1980), nel quale recita accanto al grande amico Dan Aykroyd. Il primo colpo importante messo a segno da Belushi come comico arrivò nel 1971, quando entrò nel gruppo di comici Second City, a Chicago. Grazie alla sua caricatura del cantante Joe Cocker, Belushi fu scelto per partecipare allo show teatrale del National Lampoon Lemmings, nel1972 (accanto a Chevy Chase). A Toronto, Belushi conosce Dan Aykroyd, con il quale instaura un solido rapporto lavorativo e una profonda amicizia. Negli anni seguenti, dal1975 al 1979, la coppia sarà protagonista del cast originale del celebre show della NBC, il Saturday Night Live, un programma che ha rivoluzionato la televisione americana e che portò i due comici al successo. Accanto al successo, tuttavia, Belushi visse un'esistenza segnata dalla droga, che finì per costargli la vita all'apice della sua carriera. Fu trovato morto il 5 marzo 1982 in una stanza dell'albergo "Chateau Marmont", a Los Angeles. La causa della morte fu un'iniezione letale di cocaina ed eroina. Avrebbe dovuto a breve cominciare le riprese di un nuovo film, Ghostbusters - Acchiappafantasmi; la prima versione della sceneggiatura, scritta da Dan Aykroyd insieme a Harold Ramis, vedeva infatti come interpreti principali Belushi, Aykroyd ed Eddie Murphy, tre membri del cast originale del Saturday Night Live. L'improvvisa morte di Belushi fece ritardare di due anni il progetto, che venne realizzato solo nel 1984. Quello che doveva essere il suo ruolo fu ricoperto da Bill Murray. Oltre a Ghostbusters, Belushi avrebbe dovuto riaffiancare il suo caro amico Dan Aykroyd anche nel film Una poltrona per due nel quale fu sostituito da un altro dei primi comici del Saturday Night Live, Eddie Murphy.








sabato 23 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Sabato 23 Gennaio 2010



Anna Maria Barbera (Torino, 23 gennaio 1962) è un'attrice e comica italiana.

Si è imposta in pochi mesi al pubblico televisivo della trasmissione Zelig Circus interpretando il personaggio di Sconsolata, una donna del sud emigrata al nord, che si esprime in un personalissimo dialetto meridionale, parole moderne, termini stranieri e confuse sintassi al limite dell'invenzione. Anna Maria Barbera si diploma a Firenze alla "Bottega Teatrale" di Vittorio Gassman e debutta a Torino al Teatro Piccolo Regio. In pochissimo tempo approda a Milano al Teatro Zelig con "Provaci ancora Man". Nel 2003 Leonardo Pieraccioni la vuole per interpretare Nina in Il paradiso all'improvviso e la sua interpretazione le fa ottenenere al suo debutto le candidature al David di Donatello come miglior attrice non protagonista e al Nastro d'Argento nella stessa categoria. Questo è l'inizio di una carriera comica in campo cinematografico nella quale interpreterà film come Christmas in Love, Eccezzziunale veramente capitolo secondo... me, 2061 - Un anno eccezionale. Il suo film più recente è Matrimonio alle Bahamas di Claudio Risi, dove è una dei protagonisti assieme a Massimo Boldi, Biagio Izzo e Enzo Salvi: la pellicola, uscita il 16 novembre 2007, si è rivelata un successo al botteghino. Contemporaneamente, torna a Zelig con un nuovo personaggio, la poetessa Magnifica.




venerdì 22 gennaio 2010

Quel che resta di un terremoto...... la vita continua


Quel che resta di un terremoto......



Un paziente anziano appoggia la mano su una coperta a una casa di riposo a Port-au-Prince (Haiti)

Good Morning...World!!! Venerdì 22 Gennaio 2010




« Non ho mai voluto mutare le mie opinioni, per le quali sarei disposto a dare la vita e non solo a stare in prigione [...] vorrei consolarti di questo dispiacere che ti ho dato: ma non potevo fare diversamente. La vita è così, molto dura, e i figli qualche volta devono dare dei grandi dolori alle loro mamme, se vogliono conservare il loro onore e la loro dignità di uomini »


(Antonio Gramsci, lettera alla madre, 10 maggio 1928)


Antonio Gramsci (Ales, 22 gennaio 1891 – Roma, 27 aprile 1937) è stato un politico, filosofo e giornalista italiano.

Tra i fondatori del Partito Comunista d'Italia (1921), fu incarcerato fra il 1926 e il 1937 dal regime fascista di Mussolini e rilasciato poco prima della morte, avvenuta in seguito al grave deterioramento delle sue condizioni di salute durante gli anni di prigionia. I suoi scritti – nei quali studiò e analizzò la guida culturale e politica della società – sono considerati fra quelli intellettualmente più originali della tradizione filosofica marxista. Uno dei suoi contributi principali fu il concetto di egemonia culturale, secondo il quale le classi dominanti della società capitalista forzano la classe lavoratrice ad adottare i propri valori, con l’obiettivo di rinsaldare lo Stato intorno a un "senso comune" imposto. L'8 novembre, in violazione dell'immunità parlamentare, Gramsci venne arrestato nella sua casa e rinchiuso nel carcere di Regina Coeli. Dopo un periodo di confino a Ustica, dove ritrovò, tra gli altri, Bordiga, il 7 febbraio 1927 fu detenuto nel carcere milanese di San Vittore. L'istruttoria andò per le lunghe, perché vi erano difficoltà a montare su di lui accuse credibili: fu anche fatto avvicinare da due agenti provocatori - prima un tale Dante Romani e poi un certo Corrado Melani - ma senza successo.Gramsci è accusato di attività cospirativa, istigazione alla guerra civile, apologia di reato e incitamento all'odio di classe. Il pubblico ministero Isgrò concluse la sua requisitoria con una frase rimasta famosa: «Per vent'anni dobbiamo impedire a questo cervello di funzionare»; e infatti Gramsci, il 4 giugno, venne condannato a venti anni, quattro mesi e cinque giorni di reclusione; il 19 luglio raggiunse il carcere di Turi, in provincia di Bari. Il 21 aprile 1937 Gramsci riacquistò la piena libertà, ma era ormai in gravissime condizioni in clinica: morì all'alba del 27 aprile, a quarantasei anni, di emorragia cerebrale. Cremato, il giorno seguente si svolsero i funerali, cui parteciparono soltanto il fratello Carlo e la cognata Tatiana: le ceneri, inumate nel cimitero del Verano, furono trasferite, dopo la Liberazione, nel Cimitero acattolico di Roma.





giovedì 21 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Giovedì 21 Gennaio 2010








Geena Davis, nome completo Virginia Elizabeth Davis (Wareham, 21 gennaio 1956), è una modella e attrice statunitense.

Nel 1985 è la protagonista di Una notte in Transilvania, nel 1986 recita in La mosca e nel 1990 in Scappiamo col malloppo. Nel 1988 vince il premio Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione nel film Turista per caso, ma è la pellicola Thelma e Louise del 1991 a segnare la sua ascesa nell'olimpo delle star di Hollywood. Il film racconta le disavventure di due amiche in cerca di un riscatto dalla vita, tragico racconto on the road che affascina le donne di tutto il mondo, che rivivono la stessa voglia di libertà ed evasione delle due protagoniste (Geena e Susan Sarandon). Il regista Renny Harlin, suo terzo marito (il primo fu Richard Emmolo sposato nel 1982 a cui seguì l'attore Jeff Goldblum, mentre il quarto sarà il dottor Reza Jarrahy) la dirige poi in Corsari ed in Spy che non ottengono il successo sperato. Tra i suoi film ricordiamo anche: Beetlejuice - Spiritello porcello, i due Stuart Little, Ragazze vincenti, Eroe per caso, Angie - Una donna tutta sola eCiao Julia, sono Kevin. Negli anni 2000 è apparsa soprattutto in serie televisive, come Una donna alla Casa Bianca nel 2005, nella quale interpreta la prima donna presidente degli USA. È alta 1,83 metri ed è membro del Mensa: il suo quoziente intellettivo è pari a 140.








mercoledì 20 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Mercoledì 20 Gennaio 2010







Federico Fellini (Rimini, 20 gennaio 1920 – Roma, 31 ottobre 1993) è stato un celebre regista e sceneggiatore italiano.


È considerato universalmente come uno dei maggiori protagonisti della storia del cinema mondiale. La sua attività di cineasta, spesso intensamente autobiografica, fu premiata nel 1993 - pochi mesi prima della morte - con un Oscar alla carriera. Nell'arco di quasi quarant'anni - da Lo sceicco bianco del 1952 a La voce della luna del 1990 - Fellini ha "ritratto" in decine di lungometraggi una piccola folla di personaggi memorabili. Definiva se stesso "un artigiano che non ha niente da dire, ma sa come dirlo". Ha lasciato opere indimenticabili, graffianti, ricche di satira ma anche velate di una sottile malinconia. Con il 1957 arriva il primo Premio Oscar come Miglior Film Straniero, istituito per la prima volta in quell'edizione, per La strada, film ricco di poesia che racconta il tenero ma anche turbolento rapporto fra Gelsomina, interpretata da Giulietta Masina, e Zampanò, interpretato da Anthony Quinn, due strampalati artisti di strada che percorrono l'Italia dell'immediato dopoguerra. Il successo è ribadito con un nuovo Oscar tre anni dopo per Le notti di Cabiria. Anche in questo caso, protagonista è Giulietta Masina, sempre molto presente nei primi film del regista riminese. Il film conclude, insieme a Il bidone (1955) il trittico ambientato nel mondo degli umili e degli emarginati. Negli anni Sessanta la vena creativa di Fellini si esprime con tutte le sue energie, rivoluzionando i canoni estetici del cinema. Appaiono in questo decennio i film più sconvolgenti del regista. Nel 1960 esce La dolce vita: definita dallo stesso Fellini un film «picassiano», la pellicola - che abbandonava gli schemi narrativi tradizionali - destò scalpore e polemiche perché, oltre a illustrare situazioni fortemente erotiche, descriveva con piglio graffiante una certa decadenza morale che strideva con il benessere economico ormai acquisito dalla società italiana. Interprete del film, insieme a Marcello Mastroianni, un'"attrice venuta dal freddo", la svedese Anita Ekberg, che sarebbe rimasta - con la scena del bagno nella Fontana di Trevi - nella memoria collettiva. Gli interrogativi che può porsi un uomo e un autore di quarant'anni, quali era Fellini nel 1963, sono espressi in quello che viene considerato il suo film più valido, 8 1/2, premiato anch'esso con un premio Oscar (assieme a quello di Piero Gherardi per i costumi). Il film viene ancor oggi considerato uno dei più grandi della storia del cinema, tanto da essere stato inserito dalla prestigiosa rivista inglese Sight & Sound al 9° posto nella graduatoria delle più belle pellicole mai realizzate e al 3° nella classifica stilata dai registi.Nel 1993 ricevette dall'Accademia delle arti e scienze cinematografiche americana il suo ultimo Oscar, il più importante, alla carriera. Fellini morì lo stesso anno presso il Policlinico Umberto I di Roma, dove era ricoverato per un tumore ai polmoni, a causa di un banale incidente: soffocamento per un pezzetto di mozzarella che ostruì la trachea e che gli causò danni irreparabili al cervello. Le sue spoglie riposano accanto alla moglie Giulietta Masina e a quelle del figlio Federichino, morto poco dopo la nascita, nel cimitero di Rimini: sovrasta il luogo dell'inumazione una scultura di Arnaldo Pomodoro dal titolo Le Vele, ispirata al film E la nave va. Dopo la sua morte, tutte le strade che sboccano sul lungomare riminese sono state ribattezzate con i nomi dei suoi film e "ornate" da cartelli con le relative locandine e descrizioni.




martedì 19 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Martedì 19 Gennaio 2010







Alessandro Haber (Bologna, 19 gennaio 1947) è un attore, regista e cantante italiano.



« Mangiare per me è un atto sensuale, è come fare l’amore. Si dice che da come mangi si capisce come sei... Sono d’accordo. A me piace mangiare con le mani, per esempio, e assaggiare le pietanze degli altri commensali. Al punto che quando in una tavolata tutti richiedono lo stesso piatto, rimango deluso e finisco col cambiare io l’ordinazione »


A nove anni, dopo un'infanzia trascorsa in Israele, torna in Italia. Nel 1967 ottiene la parte di Rospo nel film La Cina è vicina di Marco Bellocchio. Sarà poi Pupi Avati ad offrirgli il primo ruolo di protagonista, quello di Lele in Regalo di Natale e La rivincita di Natale. Tale interpretazione darà ad Haber una meritata notorietà. Haber si è cimentato in ruoli drammatici e comici e in questo ambito va ricordato il suo ruolo in Fantozzi subisce ancora, nei panni di un chirurgo molto particolare, ma anche l'interpretazione del vedovo Paolo che, all'inizio di Amici miei atto II, finisce vittima del Prof. Sassaroli (Adolfo Celi), che finge di essere stato per anni l'amante della sua defunta moglie, Adelina. Negli anni Novanta recita in Parenti serpenti del 1992 di Mario Monicelli, e in quattro film di Leonardo Pieraccioni: I laureati del 1995, Il ciclone del 1996, un cameo in Fuochi d'artificio del1997 e infine Il paradiso all'improvviso del 2003. In seguito Haber ha anche scritto e cantato canzoni; il suo primo CD si intitola Haberrante ed ad esso ne seguono altri due: Qualcosa da dichiarare e Il sogno di un uomo. Francesco De Gregori ha scritto, inoltre, per lui La valigia dell'attore. Lontano dai riflettori, è un uomo che ama le donne ed il cibo.




lunedì 18 gennaio 2010

Good Morning...World!!! Lunedì 18 Gennaio 2010



Kevin Michael Costner (Lynwood, 18 gennaio 1955) è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Ha lontane origini tedesche, irlandesi e Cherokee (il nonno era mezzo Cherokee, discendente di una popolazione indiana dell'Oklahoma). Alla consegna dei Premi Oscar 1991 gli è stata assegnata la statuetta come miglior regista. Il riconoscimento è giunto alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa, per il filmBalla coi lupi (del 1990) che ha vinto anche l'Oscar al miglior film, oltre ad altri cinque premi. Successivamente, però, Costner non è riuscito a bissare il grande successo riportato, in particolar modo dopo Waterworld (1995, da lui prodotto ed interpretato e che fu il film più costoso girato sino ad allora) e de L'uomo del giorno dopo (1997). Negli anni 2000 ha interpretato per lo più commedie, ma anche film d'impegno (Thirteen Days) o thriller (Il segno della libellula - Dragonfly). Nell'estate 2007 Costner ha intrapreso una nuova carriera: quella della star del rock and roll. In settembre, alla guida di una band e imbracciando una chitarra folk elettrificata ha tenuto nelNuovo Messico un concerto a titolo gratuito per le riprese del film che ha in progetto di realizzare, Swing Vote. Il 25 ottobre e il 26 ottobre si è esibito al Teatro Brancaccio di Roma mentre sullo sfondo del palcoscenico scorrevano le immagini dei suoi film.







domenica 17 gennaio 2010

Gioco della Domenica : Erepublik


Stavolta propongo un gioco più impegnativo. Si chiama Erepublik. E' un cosidetto "browser game", In pratica è possibile giocarci dallo stesso browser con cui navighiamo in internet. E' indipendente dal browser quindi possiamo usare Internet Explorer, Chrome, Firefox ecc.

Erepublik è un gioco di ruolo abbastanza complesso. Ma per fortuna è localizzato in diverse lingue compreso l'italiano.

Il gioco è ambientato in un mondo parallelo (chiamato New World, Nuovo Mondo) dove i giocatori sviluppano abilità politiche, socio-economiche e militari nelle loro nazioni, basate su quelle esistenti nel mondo reale.

Piccola spiegazione da Wikipedia:

eRepublik è una combinazione di social networking e strategia in un singolo MMOG, dove i giocatori (cittadini) possono partecipare con una gamma di attività diverse.
In campo economico il giocatore può decidere di lavorare per un'azienda, diventarne azionista o crearne una nuova, intraprendendo una carriera da imprenditore.
Sul fronte militare, dopo l'addestramento è possibile arruolarsi nelle Forze Armate o nelle Forza Speciali, combattento al fianco dei compatrioti o proponendosi come mercenario in lotta con gli alleati.
Nell'area politica, infine, il giocatore avente diritto di voto può diventare membro di un partito politico o crearne uno nuovo, fino ad essere votato come membro del Parlamento o come Presidente della nazione; raggiunte queste importanti posizioni si può decidere le sorti del paese proponendo nuove leggi, modificando quelle già esistenti, e stabilendo di fatto la linea politica della nazione.
Gli elementi grafici sono ridotti all'osso ed è principalmente un gioco basato sul testo.
La comunità Italiana è caratterizzata da una forte organizzazione militare e da una vita politica complessa.

Per giocarci bisogna effettuare una registrazione gratuita. Basta creare un nick ed una password e possiamo cominciare la nostra carriera.

Collegatevi qui e buon Divertimento.


Good Morning...World!!! Domenica 17 Gennaio 2010






James Eugene Redmond Carrey, più noto come Jim Carrey (Newmarket, 17 gennaio 1962), è un attore canadese.

Professionista di notevole versatilità, nella sua carriera ha interpretato una grande varietà di ruoli, in film drammatici e impegnati, oltre a quelli comici che lo hanno reso famoso. Ha raggiunto la celebrità per le sue performance in commedie come il dittico Ace Ventura: l'acchiappanimali (1994) e Ace Ventura: missione Africa (1995), Scemo e + scemo (1995), The Mask - Da zero a mito (1994), Bugiardo Bugiardo (1997) e Una settimana da Dio (2003). Molto apprezzato anche per ruoli drammatici come in The Truman Show (1998), The Majestic (2001), Se mi lasci ti cancello (2004) e Number 23 (2007), oltre che in Man on the Moon (1999), biografia del comico Andy Kaufman, mito di Carrey. Il 2008 riporta Carrey alla commedia: è la voce di Ortone e il mondo dei Chi, un cartone animato uscito il 18 aprile, ed il protagonista di Yes Man, uscito negli USA il 19 dicembre 2008 e distribuito in Italia a partire dal 9 gennaio 2009. Nel 2009 era prevista l'uscita del nuovo film di Carrey , I Love You Phillip Morris, basato sulla vita dell'artista e impostore Steven Jay Russell, che vede Carrey in coppia con Ewan McGregor (nella parte di Morris) impegnato nel suo primo film con tematiche gay. Proiettato in anteprima al Sundance Film Festival il 18 gennaio 2009[31], ha avuto grossi problemi nel trovare un distributore negli Stati Uniti, e l'uscita del film, ad opera della Consolidated Pictures Group avverrà in America per il prossimo 12 febbraio 2010[32], slittando di un anno esatto dalla data originariamente stabilita. In Europa, comunque, continua a non trovare distributori eccetto per la Francia, Finlandia, Danimarca, Repubblica Ceca e Romania, mentre in Italia la Lucky Red non ha ancora definito la data di distribuzione nelle sale. Il 19 maggio è stato proiettato al Festival di Cannes 2009. Esce invece nel dicembre 2009 A Christmas Carol, prodotto dalla Walt Disney Pictures e tratto dal famoso libro di Charles Dickens. Si tratta di un film d'animazione virtuale diretto da Robert Zemeckis e realizzato in modo analogo a Polar Express, in cui Tom Hanks ha recitato nei panni di più personaggi grazie alla tecnica del motion capture[34][35]. In A Christmas carol Carrey interpreta 7 personaggi (Ebenezer Scrooge piccolo e grande, i 3 fantasmi dei natali presente, passato e futuro e altri due personaggi.











Good Night..People!!! Un Natale diverso di Alice Sturiale






Sempre meravigliose le poesie di questa bambina che ci ha lasciato molto presto. Le altre sue poesie le potete trovare usando  la casella di ricerca del mio blog. 


Un Natale diverso 
Sono tre giorni 
che rufolo nel mio cuore 
sto cercando... 
cerco il mio Natale di sempre, 
il Natale felice 
ed emozionante, 
il Natale 
della soddisfazione, 
il Natale 
che cerco e non trovo... 
dove lo avrò messo? 
L'ho infilato 
in una busta 
che quest'anno 
non si apre 
perché mancan 
le forbici, manca 
il mio spirito pronto 
e ho voglia di urlare: 
"Aspettate! 
non è il momento, 
non sono preparata! 
Datemi ancora 
un po' di tempo 
perché non voglio 
vedere la festa 
che scappa veloce 
sotto i miei occhi. 
Datemi tempo, 
basta una notte, questa notte..."

sabato 16 gennaio 2010

Onde del Mare per rilassarsi





Beaches Ocean Waves si chiamano cosi dei filmati in HD che ho scoperto scaricandoli da Itunes. Si tratta di filmati di breve durata, tra 1 e 2 minuti, che fanno vedere delle onde dell'oceano che si infrangono sulla spiaggia. Chiaramente con il suono delle onde. E tutti i filmati sono in alta risoluzione.

Per chi usa Itunes basta andare nella sezione "Avanzate" e cliccare su "iscriviti al podcast" e utilizzare questo indirizzo:

http://beachesoceanwaves.blip.tv/rss/itunes/

Per chi li vuole vedere e ascoltare ma non usa Itunes, basta andare su YouTube e nella casella di ricerca mettere

"Beaches Ocean Waves"

Provateli a tutto schermo e buon rilassamento del corpo e della mente, in HD è come vivere a contatto della natura.

Provate intanto questo in HD:






Good Morning...World!!! Sabato 16 Gennaio 2010



John Howard Carpenter (Carthage, 16 gennaio 1948) è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e attore nonché compositore di colonne sonore statunitense.

Tra i suoi lavori più famosi si annoverano spesso Distretto 13: le brigate della morte (1976), Halloween, la notte delle streghe (1978), 1997: fuga da New York (1981), La cosa (1982) ed Essi vivono (1988). I suoi film sono caratterizzati da fotografia e illuminazione minimalisti, macchine da presa statiche e colonne sonore, spesso realizzate mediante sintetizzatore, composte da lui stesso alle volte in collaborazione con altri (eccetto che per La cosa, composta da Ennio Morricone, e Fuga da Los Angeles, composta da Shirley Walker). Carpenter afferma spesso di essere stato influenzato dalle opere di Howard Hawks, Alfred Hitchcock e dalla serie televisiva Ai confini della realtà.Nel 1981, Carpenter si mette all'opera su un soggetto scritto negli anni sessanta per Clint Eastwood. Sempre al fianco di Debra Hill e Kurt Russell (con il quale aveva lavorato in Elvis, il re del rock) genera uno dei suoi film più politicamente impegnati, 1997: fuga da New York, un misto di western e fantascienza che risulta il film per il quale è più spesso ricordato. La pellicola ottiene un successo enorme, il personaggio di Jena Plissken forgia una nuova generazione di eroi/anti-eroi tanto che verrà molto spesso imitato



venerdì 15 gennaio 2010

Equo compenso l'ennesima vergogna tutta italiana


È stato approvato ieri dal Ministero dei beni Culturali il decreto Bondi sull’equo compenso, che il ministro aveva firmato lo scorso 30 dicembre.

Il provvedimento prevede un’estensione dell’equo compenso anche a nuovi supporti come chiavette usb e cellulari. Il nuovo decreto introduce inoltre il discutibile principio per cui l’importo dell’equo compenso cresce proporzionalmente alla capacità di memoria degli apparati.

Ad esempio la memoria o l’hard disk integrato in un lettore Mp3: il compenso cresce con l’aumentare dei Megabyte: da 128 a 512 Mbyte si paga 2,21 euro, da 512 a 1 Gigabyte 3,22 euro, da 1 a 5 GByte 5,15 euro e cosiì via.

In queste ore sono giunte proteste da tutte le associazioni di categoria e in particolare Confindustria Servizi, Anie (imprese elettrotecniche ed elettroniche), e Assinform sottolineano come «il consumatore sia gravemente penalizzato dal nuovo metodo d’imposizione in quanto si vede costretto a pagare almeno tre balzelli (sui contenuti digitali acquistati, sull’apparecchio, sul supporto digitale), a prescindere dall’effettiva utilizzazione, che farà effettivamente degli apparecchi acquistati».

Per giunta la crescita della tassa in funzione delle performance del prodotto è una chiara penalizzazione dell’innovazione, che non esiste in un nessun paese al mondo.

Una ulteriore penalizzazione introdotta dal decreto – continua Confindustria – è la sua estensione a tecnologie (cellulari, PC, decoder, game console) che non hanno come funzionalità principale la duplicazione di contenuti digitali. Il legislatore, nel giustificare tale estensione, si richiama alla situazione europea dove però 23 Paesi su 27 non prevedono alcun compenso sui telefoni cellulari mentre i PC sono tassati in un solo Paese e nessuno tassa le game console.

Per giunta in Italia i contenuti video e musicali fruiti da cellulare prevedono già delle forme di remunerazione delle licenze sotto forma di abbonamento.

Il provvedimento serve solamente alla Siae che dagli attuali 70 milioni di incassi vuole arrivare ai 300 milioni.

Pensate che un hard disk, anche integrato in un videoregistratore, costerà quasi 30 euro in più, se supera i 250 gb di spazio (quasi tutti)

L'ennesima e non mai ultima "vergogna italiana".

Good Morning...World!!! Venerdì 15 Gennaio 2010








Margherita Buy (Roma, 15 gennaio 1962) è un'attrice italiana.

Maturata una lunga esperienza teatrale, debutta al cinema nel 1986 con La seconda notte di Nino Bizzarri. Ha vinto quattro volte il Nastro d'argento come migliore attrice protagonista (nel 1991 con La stazione, nel 2001 con Le fate ignoranti e nel 2007 con Saturno contro e Il caimano e nel 2008 con Giorni e nuvole) e tre volte il David di Donatello nella medesima categoria (1991 ancora con La stazione, 1999con Fuori dal mondo di Giuseppe Piccioni e con Giorni e nuvole). Ha vinto anche due Nastri d'Argento come migliore attrice non protagonista: il primo nel 2002 per il film Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini e il secondo nel 2004 per il film Caterina va in città. Nel 2004 e nel2005 ha vinto il David di Donatello come migliore attrice non protagonista per Caterina va in città e per Manuale d'amore, sempre nel 2004 vince il premio IOMA come migliore attrice non protagonista in Caterina va in città. Ha inoltre vinto 6 Ciak d'oro come miglior attrice. Nel 2006 e nel 2007, ha vinto il Golden Graal come migliore attrice drammatica per I giorni dell'abbandono di Roberto Faenza, e come migliore attrice di commedia per i film Commediasexi di Alessandro D'Alatri e Il caimano di Nanni Moretti. Ha vinto nello stesso anno un Ciak d'oro come migliore attrice protagonista per la sua interpretazione di una psicologa antifumo nel filmSaturno contro di Ferzan Ozpetek. Ha vinto il premio come migliore attrice protagonista al Festival di San Sebastian per il film La settimana della sfinge di Daniele Luchetti, nel1990. Ha lavorato con registi quali Carlo Verdone, Giuseppe Piccioni, Cristina Comencini, Nanni Moretti, Silvio Soldini, Giuseppe Tornatore, Mario Monicelli, Roberto Faenza, Ferzan Ozpetek, Daniele Luchetti e soprattutto con Sergio Rubini (con cui è stata sposata).



giovedì 14 gennaio 2010

L'esercito più dolce del mondo.



A fine gennaio tutti a Pechino per la favolosa "Chocolate Wonderland", la mostra dedicata al cioccolato. Durerà per 72 giorni e sarà sicuramente la mostra più dolce mai realizzata.

Pensate che un artista cinese ha realizzato con il cioccolato una copia esatta dell’esercito di terracotta fatto costruire dal primo imperatore cinese Qin Shi Huang e da lui messo a guardia della propria tomba, oggi conservato in un sito archeologico nella provincia dello Shaanxi.






Terremoto Haiti : una bella iniziativa di Brad e Angelina




Brad Pitt e Angelina Jolie, secondo quanto pubblicato oggi da Panorama, hanno donato per i terremotati di Haiti, un milione di dollari.

Il denaro sarà donato dalla loro Fondazione a Medici Senza Frontiere e sarà utilizzato per la realizzazione di tre ospedali perché, come dice Brad, “noi capiamo che dobbiamo dare la prima risposta ai bisogni immediati della popolazione che è stata privata delle abitazioni, soffre di un trauma e chiede urgenti aiuti”.

Visualizzatori di file Excel, Word e Power Point aggiornati alla versione 2007


In varie situazioni potrebbe capitare di dovere leggere un foglio di Excel ma non avere installato nel pc la suite "Office" della Microsoft. Oppure dovere leggere un file excel creato con la versione 2007 e avere installato office 2003 o versioni più datate.

In questo caso nessuno ci obbliga ad acquistare "Office". Possiamo leggerlo con la suite "Open Office" oppure con Google Document se abbiamo un account gmail. Entrambe le due soluzioni sono gratuite.

Esiste un terzo metodo. Scaricarsi "Microsoft Excel Viewer 2007" versione attuale la 1.0

E' gratuito ed in lingua italiana. Permette di leggere tutti i file excel ed eventualmente stamparli. E' chiaro che non è possibile modificarli. Se questa è la nostra necessità allora dobbiamo usare i primi due metodi di cui sopra. Ma se il nostro interesse è leggere il file, quest'ultima è la miglior soluzione perché installeremo un programma più leggero senza complicarci la vita.

Potete scaricare Microsoft Excel Viewer 2007 direttamente dal sito della Microsoft a questa pagina.

Ricordatevi prima di cliccare sul pulsante "download" di settare la lingua italiana.

A questo punto mi aspettavo la vostra domanda. Ma siccome non arriva, vuol dire che la faccio io:

Ma se esiste un visualizzatore per i fogli excel ne esiste anche uno per Word? e per Power Point?

La risposta è positiva, eccovi i link per scaricarli con le stesse modalità di excel:




Dio e Windows 7


Niente paura. Non parleremo di religione in questo articolo. Ma Dio viene nominato lo stesso. Infatti in questi ultimi giorni si fa un gran parlare della famosa e segreta modalità "GodMode" di Windows 7. Ormai non più segreta. 







Il termine "GodMode" è molto usato nei videogiochi. Infatti moltissimi videogame si prestano bene ad essere usati in maniera differente utilizzando particolari codici. In pratica si attivano degli aiuti per superare vari livelli di difficoltà. Con "GodMode" nei game si intende una modalità dove il personaggio impersonato dal giocatore non muore mai. Ha vite infinite, munizioni a volontà. In questo modo si finisce il gioco senza nessuna difficoltà.

Qualcuno obietterà che in questa maniera si finisce il gioco senza divertirsi. Ma alcune persone si sentono appagate se completano un gioco piuttosto che divertirsi a superare varie difficoltà.

Per questo motivo, quando si è cominciato nei giorni scorsi, a parlare di "GodMode" per Windows 7, tutti abbiamo pensato a chissà quali meraviglie saremmo venuti in possesso e i "ragazzacci" della Microsoft ci tenevano nascoste.

Niente di più semplice. Il GodMode non attiva niente di misterioso o infallibile. Semmai può essere utile il suo uso per evitare vari passaggi di finestre.

Vediamo come attivarlo. Potete eseguire le istruzioni senza problemi. Infatti non modificherete niente nel sistema, ne utilizzerete programmi di "hacker" o spie russe.

Andate nel vostro desktop. Fate click sul tasto destro del mouse e attivate "Nuova Cartella". A questo punto rinominatela con questo titolo:

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Vi ritroverete una cartella che elenca tutte quelle funzioni che esistono nel pannello di controllo. Sono circa 274 link. Un modo per accedere a queste funzioni senza doversele cercare nel Pannello di Controllo. L'elenco è diviso in categorie ma potete anche toglierle e fare un unico elenco in ordine alfabetico. Questioni di gusti.

Nessuno comunque vi vieterà di continuare ad usare il Pannello di Controllo originale. E se la cartella non vi interessarà più potete cancellarla in qualsiasi momento.

Se preferite potete dare a questa cartella un altro nome. In questo caso sostituite la parola GodMode con quella che desiderate.

Esistono anche altri collegamenti utili, ve ne indico alcuni:

Pannello di controllo .{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}
Cestino .{645FF040-5081-101B-9F08-00AA002F954E}
Computer .{20D04FE0-3AEA-1069-A2D8-08002B30309D}
Connessioni .{7007ACC7-3202-11D1-AAD2-00805FC1270E}
Librerie .{031E4825-7B94-4dc3-B131-E946B44C8DD5}
Account utente .{60632754-c523-4b62-b45c-4172da012619}

Ma se proprio siete ingordi potete consultare l'elenco completo ed ufficiale di Microsoft a questo indirizzo

Piccola avvertenza: il GodMode funziona anche su windows Vista. Ma solo nella versione a 32 bit. Qualcuno erroneamente ha scritto che non funziona nei sistemi a 64 bit. Ma io l'ho testato sul mio Windows 7 a 64 bit e va da "Dio"....scusate ma ho preso in prestito la parola.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...